None

Colori, lavorazioni e carta: cosa scegliere per le tue etichette per birra artigianale

Il mercato delle birre artigianali in Italia ha vissuto un vero e proprio boom negli ultimi anni, con il fiorire di produttori, birrifici, microbrewery e beer shop. Un momento d’oro per la produzione di birra artigianale non può d’altronde non tradursi in una concorrenza sempre più agguerrita: con così tanta offerta sugli scaffali di birrifici e supermercati e nelle vetrine degli e-commerce, le etichette per birra artigianale sono una parte fondamentale della strategia di marketing di ogni produttore.

Se nel mondo del vino si riesce a scorgere ancora un legame con la tradizione, nel mondo delle birre artigianali è la sperimentazione a fare da padrona: le birre artigianali sono caratterizzate da ricerca e creatività in ogni fase della produzione, dalla ricerca degli ingredienti all’esecuzione, per creare un prodotto sempre diverso e speciale. Questa originalità si traduce visivamente in etichette per birra artigianale all’insegna della fantasia e della creatività con risultati anche stravaganti.
Cheap adhesive labels

I colori migliori per creare un’etichetta per birra davvero originale

Se vuoi creare un’etichetta per birra non puoi che domandarti quali sono i tuoi punti di forza e come comunicarli al consumatore. Un prodotto che basa la sua forza sulla semplicità può optare per un’etichetta minimal, dalle linee pulite e dai colori semplici. La palette può essere quella dei colori neutri e ambrati propri della birra oppure può richiamare la tipologia della birra stessa. Una volta stabiliti il design e il font che faranno da fil rouge tra le varie offerte del birrificio si può infatti giocare con il colore di sfondo, passando dal rosso sgargiante per la birra rossa al giallo dorato per la bionda, dal terra di Siena per la birra scura al bianco perla per la bianca e così via.
Se il vostro birrificio strizza l’occhio alla tradizione le etichette in stile vintage o old-school rimangono un grande classico. Nel primo caso, i colori da includere saranno senz’altro il beige – oro, il nero e il blu, in linea con le colorazioni principali dei prodotti in voga negli anni ’50 e ’60. Per le etichette per birra artigianaleold-school i colori saranno principalmente quelli primari: rosso scarlatto, blu cobalto, giallo vivo, con pochissime sfumature e contorni neri ben definiti.
Infine, potete lasciare libero spazio all’inventiva e creare etichette per birra illustrate di ogni tipo, dai colori sgargianti e fluo con creazioni astratte o motivi geometrici o disegni realistici. Questo genere di etichette può creare veri e propri fenomeni di marketing: per fare un esempio, alcuni anni fa, un famoso birrificio artigianale del New England creò una linea di birre con etichette a tema Star Wars che andarono letteralmente a ruba tra gli appassionati della saga!
Un’etichetta per birra artigianale ben fatta può infatti trasformare un semplice contenitore in un vero e proprio oggetto da collezione o invogliare il consumatore a trovare soluzioni simpatiche per il riciclo creativo: dal vaso di fiori alla base per una lampada, la vostra etichetta potrebbe diventare parte della vita di tutti i giorni del consumatore, creando così una sorta di legame affettivo con il vostro prodotto – che, inoltre, sarà spesso sotto gli occhi di amici e invitati!

Substrates

Carta per etichette e lavorazioni: il tocco in più

Una volta stabilito il design e la palette di colori, non resta che scegliere la carta e le eventuali lavorazioni per le tue etichette per birra artigianale. In questo caso bisogna tenere in considerazione il fatto che il prodotto va consumato fresco: la refrigerazione e l’umidità possono infatti mettere a dura prova la resistenza delle vostre etichette!
Per quanto riguarda la carta per etichette sono dunque da preferire quelle altamente resistenti: carte naturali antispappolo, carte metallizzate e materiali plastici resistono perfettamente all’umidità e possono creare effetti inediti se accostate ai colori giusti. Se, invece, preferite optare per la carta classica potrete scegliere tra la carta patinata lucida e quella opaca in versione antispappolo: una scelta semplice che farà risaltare la brillantezza dei colori scelti!
Anche le lavorazioni possono aiutare a preservare le tue etichette: la plastificatura o laminazione permette infatti di proteggere ancora di più l’etichetta. Si può scegliere tra la finitura lucida, per aumentare la saturazione dei colori, o quella opaca, per un aspetto elegante. Si può infine pensare ad altre nobilitazioni come la serigrafia o la lamina a caldo tenendo però a mente che queste lavorazioni sono da preferire per impreziosire dettagli di piccole e medie dimensioni e da evitare, invece, su superfici ampie e ricurve.
Se stai creando la tua etichetta per birra artigianale, leggi anche i 10 step da seguire per creare un’etichetta perfetta e, in caso avessi bisogno di supporto, contattaci!


Resta aggiornato sul mondo Labelado!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere subito uno sconto!