None

Etichette per birra: tutte le informazioni da scriverci sopra

Oltre alla funzione di brandizzazione e riconoscibilità a distanza, le etichette per birra devono contenere informazioni preziose per il cliente che permettano in maniera chiara ed efficace di riconoscere la birra contenuta e di poter fare un acquisto consapevole. Oggi vediamo assieme tutte le informazioni legali e le diciture che le vostre etichette per birra devono contenere!
Esse sono da suddividere in informazioni obbligatorie e non obbligatorie. Vediamole nello specifico.

Informazioni Obbligatorie

Le vostre etichette per birra devono necessariamente contenere un serie di informazioni previste dalla legge vigente*:
1. Marchio o Ragione Sociale del produttore
2. Sede dello stabilimento
3. Lotto di produzione
4. Data di imbottigliamento
5. Grado alcolico della propria birra in percentuale.
La birra può essere definita analcolica nel caso in cui la quantità di alcol non sia superiore all’1,2% e light nel caso in cui non sia superiore al 3,5%.
6. Data di scadenza o “da consumarsi preferibilmente entro:”
7. Ingredienti, mettendo in grassetto o evidenziando in maniere evidente gli eventuali allergeni
8. Volume netto del prodotto, espresso in litri o centilitri
Helvetica font

Informazioni Non Obbligatorie

All’ interno delle informazioni non obbligatorie da inserire all’ interno della propria etichetta per birra ci sono vari elementi informativi o puramente estetici da considerare.
1. Codice a Barre: generalmente richiesti da rivenditori, supermercati e negozi online in cui vendi la tua birra, riportanti un codice univoco per identificare il vostro prodotto; essi devono essere leggibili e le barre devono contrastare con il fondo. Tendenzialmente si stampano codici neri su sfondi bianchi. Per sapere di più sulla leggibilità dei codici a barre leggi il nostro articolo “Perchè il mio codice a barre non si legge?”. Evita sempre il rosso per le barre in quanto gli scanner per codici a barre più comuni non sono in grado di leggerli. Un nostro operatore di pre-stampa può aiutarvi ad impostare il codice a barre nella maniera corretta e fare un test per verificarne la leggibilità.
2. QR Code: I qr code possono essere utilizzati per inserire in poco spazio informazioni interessanti come collegamenti a pagine del vostro sito web, pubblicità, applicazioni etc.
3. Consumo Responsabile: una frase a sostegno del bere responsabilmente, ricordando al consumatore che bere quantità eccessive può recare danno a sé stesso e ad altre persone.
4. Consigli su Piatti e Abbinamenti: chi ha detto che solo i produttori di vino possono segnalare abbinamenti con piatti? I clienti saranno estremamente più interessati ad acquistare la tua birra se comunicherai loro qualche abbinamento piacevole tra di essa ed una pietanza.
5. Sentori e profumi della birra: inserire descrittori di sapori ed aromi aiuterà il cliente a scegliere la vostra birra, nonché gli permetterai di sembrare un esperto sommelier con i suoi amici.
6. Storie ed aforismi: da questo punto in poi puoi veramente dare il via libera alla tua immaginazione. Citazioni, storie e racconti sulla tradizione del tuo birrificio e di come hai iniziato questo mestiere a partire ad esempio da una passione sono elementi interessanti per i clienti. Queste informazioni permettono di creare relazioni a lunga durata!
7. Firma del Produttore: un elemento semplice come una firma calligrafica può colpire l’occhio e permettere al consumatore di stabilire subito un legame con il produttore. Questo perché psicologicamente, anche se è stampata, la nostra mente penserà ad una firma che è stata fatta a mano da una persona.
Helvetica font
Speriamo di essere stati esaustivi nello spiegarvi tutti i dettagli obbligatori e non obbligatori per ottenere la miglior etichetta per birra! Se avete altre domande il team di Labelado sarà lieto di potervi rispondere! Contattaci!

Resta aggiornato sul mondo Labelado!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere subito uno sconto!