None

Come si fa a scegliere i colori appropriati per un’etichetta?

La progettazione di un’etichetta è un processo molto complesso fatto di innumerevoli scelte da compiere. Una delle più importanti ma anche difficili è sicuramente la scelta dei colori appropriati per l’etichetta. Vediamo assieme quali sono le modalità per la loro scelta.

Colori Primari, secondari o terziari?

Per prima cosa, dobbiamo introdurre quelle che sono le basi del colore fondamentali per poter iniziare. Ricordi di aver sentito parlare di colori primari, secondari e terziari, magari durante i corsi di disegno, grafica etc.? Facciamo un breve ripasso assieme.
- Colori primari: I colori primari sono quelli che non puoi creare combinando insieme due o più colori.
- Colori secondari: I colori secondari sono i colori che si formano combinando due dei tre colori primari sopra elencati.
- I colori terziari vengono creati quando si mescola un colore primario con un colore secondario.
Colori primari, secondari, terziari

La ruota cromatica

Quando ti accingi a scegliere un colore non ti puoi basare sulla scelta limitata fornita dai colori primari, secondari e terziari. Per la scelta del colore di un‘etichetta infatti entrano in gioco altri fattori che permettono di creare colori più chiari, più scuri e con tonalità diverse.
Il mix di questi fattori permette infatti di ottenere innumerevoli tinte diverse tra di loro. Vediamo nel dettaglio quali sono questi fattori:

Colore o tonalità

La tonalità è praticamente anche ciò che intendiamo quando pronunciamo la parola "colore". Tutti i colori primari e secondari, ad esempio, sono "tonalità".

Luminosità

La luminosità consente di distinguere tra toni cromatici più scuri e più chiari.

Saturazione

Quando la saturazione di un tono cromatico diminuisce, quest’ultimo è meno brillante.

Come scegliere una combinazione di colori

1. Inizia con un solo colore
2. Considera il contesto cromatico di ciò che circonda l’etichetta
3. Identifica i colori complementari
4. Concentrati sui colori monocromatici nella stessa tonalità
5. Pensa oltre i preset

Inizia da un solo colore

Il nostro consiglio è quello di non inserire troppe variabili nella prima fase di progettazione di un’etichetta. Parti da un solo colore che sarà la colonna portante a livello cromatico dell’etichetta e poi aggiungi piccoli tocchi di altre tinte (se il primo colore non è sufficiente) in modo da creare un design completo ed efficace.

Considera il contesto cromatico

Uno stesso colore viene percepito in maniera differente a seconda del contesto in cui è inserito. Ad esempio uno stesso rosso rubino se posto su uno sfondo bianco viene percepito come rosso pulito e saturo mentre se posto su uno sfondo scuro come il nero esso viene percepito in maniera più cupa e scura. Questo dipende proprio dal cosiddetto contesto cromatico.
Il contesto cromatico infatti si riferisce al modo in cui percepiamo i colori mentre sono in contrasto con un altro colore.

Identifica i colori complementari

Non sei ancora soddisfatto dei colori per la tua etichetta?
Potresti aver bisogno di introdurre alcuni colori complementari. I colori complementari non sono altro che colori posti direttamente uno di fronte all'altro sulla ruota dei colori e le conseguenti tonalità di quei colori.
La combinazione di colori complementari offre la massima quantità di contrasto cromatico. Per non ottenere un risultato esagerato, stile arlecchino per intenderci, è preferibile utilizzare un colore prevalentemente e utilizzare il secondo colore complementare come accenti nel design.

Concentrati sui colori monocromatici nella stessa tonalità

Se invece sei più in linea con una scelta monocromatica puoi selezionare tinte di una stessa tonalità. Anche se manca di contrasto cromatico, l’etichetta sembrerà molto pulita e armoniosa.

Pensa oltre i preset

Molti software grafici forniscono in automatico le combinazioni colore più azzeccate. Non lasciarti condizionare però, ma sviluppa poco per volta la tua sensibilità cromatica. La pratica sicuramente ti aiuterà a sviluppare la tua visione cromatica. D’altronde la pratica rende perfetti, o così dicono.
Se poi riesci ad individuare delle combinazioni di colori per le tue etichette interessanti non lasciartele sfuggire. Salvale nel tuo database cromatico. Non è detto che ciò che non utilizzi nel progetto che stai realizzando non ti possa servire per quello futuro.

Strumenti suggeriti

Ora che hai appreso alcune delle basi che ti aiuteranno a scegliere i colori appropriati per le tue etichette, possiamo mostrarti alcuni strumenti molto utili da usare nella fase di ricerca colori.

Adobe Color

E’ lo strumento per la scelta dei colori per eccellenza, sia che tu stia progettando un sito, un’etichetta o una scatola.
Adobe Color (conosciuto in precedenza come Adobe Kuler) è uno strumento online gratuito che permette di creare facilmente e rapidamente schemi colore. Una volta che hai scelto i colori puoi visionare le coordinate CMYK o LAB per vedere la corrispondenza in stampa del colore scelto. Ad ogni colore vengono automaticamente associati i colori analoghi (stessa tinta con diverse tonalità) e eventuali altre combinazioni di colori premade (colori complementari, monocromatici etc.). Se possiedi inoltre un account Adobe hai l’opportunità di salvare ciascun schema colore ed accedervi da tutti i software Adobe collegati a quell'account. Interessante vero?
Adobe Color

Color Guide di Illustrator

Adobe Illustrator possiede una funzione importante per la selezione dei colori cioè la Guida Colori o Color Guide.
Definendo infatti un colore di base da cui partire sia esso in CMYK o Pantone, il sistema propone automaticamente uno schema di 5 colori in cui la stessa tinta viene proposta con Questo vi darà anche una gamma di tinte e sfumature per ogni colore nello schema.
Se si cambia il colore principale, la guida colori cambierà i colori corrispondenti in tale schema. Inoltre sono disponibili una serie di modalità preimpostate come ad esempio i colori complementari, analoghi, monocromatici etc.
Dopo aver creato la combinazione di colori che desideri, puoi salvare lo schema nel modulo "Temi colore" che puoi utilizzare nel tuo progetto o in futuro.
Color Guide Adobe Illustrator

PANTONE

Se stai utilizzando una mazzetta Pantone Coated o Uncoated (per sapere di cosa si tratta leggi il nostro articolo: https://www.labelado.com/it/blog/font-color/cosa-si-intende-pantone-e-quale-la-differenza-tra-coated-e-uncoated/ ) e sei interessato a trovare tinte della stessa tonalità scegli la tinta che ti piace tra le varie pagine e sulla stessa pagina troverai le altre tinte della stessa tonalità.
Pantone
Comprendere il colore significa conoscerne innanzitutto la teoria. Lo so che c’è molto da sapere ma è inevitabile per poter scegliere i colori più adeguati per le tue etichette. Se vuoi saperne di più o vuoi alcuni consigli scrivici e il team di Labelado sarà felice di rendere più colorata la tua giornata!

Resta aggiornato sul mondo Labelado!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere subito uno sconto!